PcBrain

Banner
E-mail Stampa PDF

AMD conferma: anche Vega utilizza la tecnologia Infinity Fabric

Dopo l'annuncio di Threadripper, EPYC e Vega Frontier al Financial Analyst Day 2017, AMD ha confermato un'ulteriore novità riguardo all'architettura delle nuove GPU Vega. Infatti, come sui processori basati su architettura Zen, i nuovi chip Vega saranno dotati dell'Infinity Fabric, un tipo di interconnessione ad alta velocità e bassa latenza che rappresenta un punto cardine del recente lavoro dell'azienda. 

Questa tecnologia consente ad AMD non solo di collegare facilmente ed efficacemente più moduli sullo stesso die, ma anche chip separati su di un unico substrato, soluzione adottata per la realizzazione delle nuove cpu Threadripper ed EPYC in arrivo quest'anno, che andranno a scontrarsi con Skylake-X e Skylake-EP di Intel.

infinity fabric amd

Ma cosa implica ciò per Vega? Innanzitutto potrebbe essere un metodo efficace per diminuire overhead e latenze all'interno delle nuove GPU in arrivo, che saranno basate su una architettura diversa dalle ultime iterazioni della GCN introdotta nel tardo 2011. I core GCN NCU (Next-Generation Compute Unit) infatti, seppur mantenendo molte delle caratteristiche delle versioni precedenti, avranno maggior velocità e capacità di calcolo rispetto agli stream processors presenti attualmente su Polaris; ciò potrebbe richiedere una velocità di collegamento superiore tra le unità di calcolo e quindi questo nuovo approccio dovrebbe consentire efficienze e prestazioni migliori.

I grandi vantaggi tuttavia non si limitano a questo: le nuove APU Zen, dotate di GPU Vega, potrebbero beneficiare molto da questa interconnessione "universale" e quindi diventare molto competitive sia nella fascia desktop medio-bassa sia in tutto il mercato notebook. Infine c'è la possibilità, come accennato da Raja Koduri durante un Ask Me Anything su Reddit, che questa tecnologia possa essere utilizzata in futuro per collegare più GPU su un solo MCM (multi-chip module), per costruire schede video in cui più chip separati vengono visti come un'unica grande GPU, a differenza di CrossFire e SLI, permettendo di produrre più chip di dimensioni inferiori e quindi schede più potenti a prezzi inferiori; tuttavia Koduri non ha confermato se e quando tale tecnologia verrà implementata per i processori grafici.

Per maggiori informazioni su AMD, visitare il sito amd.com

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più sui cookies e su come eliminarli, visualizza la nostra politica sulla Privacy.

Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk