PcBrain

Banner
E-mail Stampa PDF

RECENSIONE: Asus Strix Z270F Gaming - Test - Overclock

Indice
RECENSIONE: Asus Strix Z270F Gaming
Caratteristiche Tecniche
Descrizione Mainboard - 1/2
Descrizione Mainboard - 2/2
Descrizione Bios
Piattaforma e Metodologia di Test
Test - CinebenchR15, Frybench
Test - Compressione, Estrazione
Test - VideoEncoding e Transcoding
Test - Gestione Memoria
Test - Gestione Sata3 e USB3
Test - 3DMark Firestrike e 3DMark 11
Test - Overclock
Conclusioni

Semplicità e ampi margini di Overclock sono tra le caratteristiche maggiormente tenute in considerazione dalle persone interessate all' acquisto di componenti per un nuovo PC. L' overclock, infatti, attraverso l' aumento delle frequenze di funzionamento dei componenti installati, quali CPU, memorie e VGA, permette di migliorare esponenzialmente le prestazioni del PC, consentendo così di avere una piattaforma più prestante. Basta infatti pensare che un sistema overclockato è in grado di eguagliare, ed in alcuni casi superare, le prestazioni di un computer appartenente ad una fascia di mercato superiore, il tutto al prezzo di quella inferiore.

Abbiamo eseguito due sessioni di test, in questa prima fase prima ci siamo dedicati alla CPU utilizzando i benchmark Cinebench e SuperPi nella variante 1m andando a cercare la massima frequenza possibile per terminarli in maniera corretta.

La MainBoard si è comportata egreggiamente, permettendoci di chiudere con molta semplicità il primo ad una frequenza di 5,2 GHz, e raggiungendo i 5,3 GHz per quanto concerne il secondo Benchmark.

cinebench 52x thumb

superpi 1m 53x thumb

In questa seconda parte abbiamo mantenuto la CPU stabile a 4.9GHz e siamo andati a vedere come si comportava la Mainboard nella gestione dell' overclock delle RAM. Per fare ciò ci siamo serviti ancora una volta del SuperPi, però nella variante da 32m, così da stressare al massimo il memory controller. Successivamente abbiamo eseguito una prova per verificare la massima frequenza di boot delle memorie che permettesse sempre la chiusura di un SuperPi 32m, test davvero stressante per il sistema, in quanto non solo lo si sottopone allo stress del Benchmark, ma anche a quello di un boot completo.

Come si può notare la gestione dell' overclock delle memorie non è un problema, partendo da un SPD di 3200MHz con timing 16-18-18-36-2t a 1,35v, il sistema ci ha permesso di chiudere il SuperPi 32M salendo fino a 3466MHz mantenendo i timing di default. La tensione delle ram è stata portata a soli 1,45V, voltaggio di poco superiore a quello del profilo XMP dei maggiori moduli spinti in commercio. Purtroppo il sample delle  ram in nostro possesso non è riuscito ad andare oltre, ma non per colpa della mainboard in esame, ma proprio come limite fisico già mostrato su altre piattaforme.

superpi 32m 1,45v thumb



Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più sui cookies e su come eliminarli, visualizza la nostra politica sulla Privacy.

Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk