PcBrain

Banner

Articoli

E-mail Stampa PDF

AsRock E3V5 WS: Piccola WorkStation per Greenlow

Intel ha da poco lanciato la sua nuova famiglia di processori XEON, portando la tecnologia Skylake anche a questa serie di CPU. Il processo di "migrazione" della tecnologia Skylake anche nel settore Workstation era inevitabile per Intel, visto la tradizione del colosso americano nel fornire ai suoi clienti professionali le stesse tecnologie proposte anche al segmento Consumer. Ed ecco l' apparizione delle CPU "Greenlow", conosciute anche come E3-1200V5, e dei nuovi PCH dedicati, i modelli Intel C232 e C236. Il lancio di questa nuova famiglia di prodotti ha spinto i vari brand di MainBoard ad aggiornare i loro cataloghi, ed oggi avremo modo di testare proprio una di queste proposte realizzata da AsRock. La società taiwanese, molto attiva nell' ultimo periodo grazie alle sue proposte Gaming e per Overclock, non ha voluto perdere troppo tempo, presentando subito diverse proposte. Una di queste è la E3V5 WS, Mainboard con un nome che si ricollega alla sigla usata da Intel per i suoi nuovi processori, e che andremo a testare oggi in questa recensione.

Ultimo aggiornamento Martedì 31 Maggio 2016 11:53 Leggi tutto...
E-mail Stampa PDF

Apacer Commando 3466MHZ - Nate per combattere

tabApacer è una azienda fondata nel lontano 1997, fin dalla sua nascita si concentrò sulla produzione di moduli DRAM ed in soli due anni fu in grado di posizionarsi al quarto posto mondiale tra i produttori di memorie. Questa pietra miliare ha permesso all'azienda di crearsi un notevole background di informazioni da dedicare alla costruzione di altri prodotti basati su memorie Nand, come per esempio unità esterne USB o negli ultimi anni dischi a stato solido. Proprio quest'ultimi device hanno avuto, nell'ultimo periodo, una forte crescita, grazie alla joint venture avviata con Phison, nota casa produttrice di controller per SSD, gli stessi usati su molti dischi di altri marchi. Tutto questo ha permesso ad Apacer di fornire ai propri clienti un catalogo ricco di offerte interessanti per più utilizzi. Purtroppo in Italia, ma anche in Europa, questo produttore risulta essere sconosciuto alla maggioranza di utenti, quindi, questa azienda molto attiva ha deciso di mandarci in prova una dei suoi migliori Kit di memorie DDR4. Oggi recensiremo le Apacer Commando in kit da 8GB con frequenza di base di ben 3466MHZ, questo prodotto è stato appositamente studiato per soddisfare le esigenze degli utenti enthusiast ed overclocker, le cui richieste sono sempre molto alte. Ora se siete curiosi di sapere come si sono comportate nella nostra suite di test, non vi resta che continuare la lettura!

01 thumb 2

Ultimo aggiornamento Lunedì 22 Febbraio 2016 10:52 Leggi tutto...
E-mail Stampa PDF

G.Skill Trident Z 3200MHz - Il giusto compromesso

tabIl mercato delle memorie è tornato in movimento dopo l'introduzione da parte di Intel del suo nuovo PCH Z170, che porta in dote, nella fascia medio-alta del mercato, il supporto alle memorie di tipo DDR4, prima appannaggio solo del PCH X99 di fascia enthusiast. Questo chipset di fascia mainstream promette di gestire velocità molto più elevate rispetto al fratello maggiore perdendo però l'architettura quad channel, in favore della ormai consolidata dual channel. Questo fatto ha "costretto" i vari produttori di memorie ad aggiornare le proprie soluzioni, visto che la maggiorparte dei kit in commercio erano studiati per l'utilizzo in piattaforme X99. G.Skill, uno dei leader in questo settore, ha preso la palla al balzo non solo aggiornando i kit già esistenti con proposte dual channel, ma presentando anche due nuove famiglie di prodotti: Le Ripijaws 5 e le Trident Z. Oggi andremo a recensire prorio uno di questi due, più precisamente testeremo le Trident Z con velocità di 3200MHZ CAS 16 e in kit da 2x8GB. Il nominativo Trident ha sempre contraddistinto le memorie ad alte prestazioni della azienda, quindi se siete curiosi di sapere come si comporteranno nella nostra suite di benchmark, ma sopratutto in overclock, non vi resta che continuare la lettura.

01 thumb 2

Ultimo aggiornamento Lunedì 22 Febbraio 2016 10:52 Leggi tutto...
E-mail Stampa PDF

Kingston HyperX Savage - L'estetica incontra le prestazioni

tabUn tempo il bottleneck nei nostri PC era dato dalle periferiche di archiviazione, soluzioni meccanice lente e rumorose, finchè poi fecero il loro ingresso sul mercato le unità allo stato solido. Questo tipo di device apportò grandi vantaggi in termini di prestazioni, sia nelle letture/scritture sequenziali che casuali e sopratutto un tempo di accesso prossimo allo 0. Queste velocità richiesero subito nuovi standard di collegamento per far si che le prestazioni non venissero castrate, arrivando all'odierno SATA3. Oggi, grazie al progresso tecnologico, la banda garantita da questa interfaccia di trasferimento non è più sufficiente per contenere le perfomance raggiungibili dalle memorie e controller impiegati per la costruzione di SSD, quindi si stanno presentando nuove soluzioni basate sul nuovo protocollo NVMe , che sfrutta meglio le linee PCIe per interfacciarsi ai nuovi drive prodotti nel formato M.2 o come schede di espansione. Ovviamente siamo agli albori di questo tipo di device e come tutte le innovazioni hanno una copertura limitata sul mercato nonchè un prezzo ancora proibitivo. Dopo questo excursus, possiamo definire che i dispositivi basati sull'interfaccia SATA 3 rimangono ottimi per la quasi totalità degli utilizzi, ed infatti oggi andremo a recensire un modello prodotto dal noto marchio Kingston, leader nel settore delle memorie. Il Savage è un SSD appartenente alla linea HyperX del produttore, categoria che contraddistingue una serie di prodotti votati ad ottenere il massimo delle performance. In questo mercato, ormai saturo, risulta difficile distinguersi dalla massa, ma se volete sapere se Kingston sia riuscita in questa impresa, non vi resta che proseguire nella lettura.

01 thumb 2

Ultimo aggiornamento Domenica 08 Novembre 2015 11:30 Leggi tutto...
E-mail Stampa PDF

Gigabyte Z170X-UD5 TH - Ultra Durable ma con stile

tabNella recensione odierna andremo a testare una mainboard GIGABYTE basata sull'ultimo PCH Intel Z170, più precisamente il soggetto dei test sarà la Z170X-UD5 TH. Di recente abbiamo già visto da vicino parecchie schede madri basate su questo chipset, analizzando le varie migliorie introdotte sia da Intel stessa che dai vari produttori. L'articolo in prova rappresenta, per ora, il massimo esponente della famiglia "Ultra durable" della casa e prende le distanze dalle linee espressamente dedicate al gaming e all'overclock. Questa categoria di mainboard si prefigge lo scopo di attirare tutti quei potenziali clienti a cui interessa di più la sostanza piuttosto che features accessorie come quelle presenti sull'altre linee, insomma una base "tuttofare" senza rinunciare alla solita qualità imposta dall'azienda per tutta la propria gamma di prodotti. Ora, se siete curiosi di sapere se GIGABYTE sia riuscita a migliorare ulteriormente questa famiglia di soluzioni, e vogliate capire come il brand abbia interpretato le potenzialità del PCH Z170 Intel su questa proposta, non vi resta che continuare nella lettura di questo articolo, ma vi garantiamo che non rimarrete delusi.

01 thumb 2

Ultimo aggiornamento Sabato 02 Gennaio 2016 11:35 Leggi tutto...

Pagina 7 di 57

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più sui cookies e su come eliminarli, visualizza la nostra politica sulla Privacy.

Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk