PcBrain

Banner
E-mail Stampa PDF

RECENSIONE: Raijintek Metis - Caratteristiche tecniche

Indice
RECENSIONE: Raijintek Metis
Caratteristiche tecniche
Descrizione Prodotto - L'esterno
Descrizione Prodotto - L'interno
Conclusioni

 Nella tabella seguente sono mostrate le caratteristiche tecniche del prodotto in test:

Scheda Tecnica

Con poco più di 13 litri di volume, il Metis è uno dei case più piccoli della sua categoria. Leggerissimo, date le dimensioni e gli esterni in alluminio, dispone comunque di una discreta rigidità data dallo scheletro in acciaio SPCC e dagli stessi pannelli esterni in alluminio. Le giunzioni sono realizzate tramite viti e non rivetti, il che favorisce estremamente il modding di questo piccolo chassis. Il supporto a dissipatori e schede video tuttavia risente della compattezza del prodotto e la compatibilità si ferma a 160mm di altezza per il dissipatore CPU e a 170mm di lunghezza per le GPU; tuttavia, con un piccolo espediente a cui accenneremo in seguito, si possono recuperare alcuni cm di spazio per queste ultime.

Il Metis può montare alimentatori ATX di dimensioni standard, a meno che non superino circa 170mm di lunghezza, posizionati sulla parte anteriore e collegati al retro del case tramite una prolunga. All'interno dello chassis troviamo posto per un HDD da 3,5" posizionabile in un apposito bracket presente sulla paratia superiore, mentre alla base del case troviamo due punti di montaggio per HDD ed SSD da 2,5". La dotazione I/O frontale è limitata a due USB 3.0 e HD Audio ma, come vedremo, un'eventuale aggiunta di ulteriori porte avrebbe solo inficiato il design e la facilità di assemblaggio. Infine troviamo una ventola da 120mm preinstallata sul retro, sull'unico punto di montaggio disponibile di fabbrica, sul quale è possibile installare anche un AIO da 120mm a patto che non possieda una combo waterblock/pompa troppo alta e il radiatore non sia troppo spesso. 

La disponibilità di colori è impressionante, ben 7: nero, rosso, argento, blu, oro, verde e bianco. I modelli sono due, finestrato e non (Metis/Metis Classic), per un totale di 14 combinazioni diverse. La versione in analisi è, come si può ben vedere, quella nera finestrata.